•  
  •  
  •  

triacca logo 150

L'annata viticola 2013

weinjahr 2012Valtellina
Le basse temperature primaverili unite a una costante pioggia verso la fine della stagione hanno avuto un influsso molto maggiore rispetto a tutti gli altri fattori sulla produzione dei vigneti.

 

• La buona presenza di grappoli nella prima fase fenologica della vegetazione si è lentamente deteriorata come conseguenza delle temperature medie costantemente molto basse. Il problema ha interessato gran parte della superficie vitata. In pratica c’è stata una fecondità ridotta dei fiori che ha influito negativamente sulla trasformazione dei normali grappoli sui tralci.

• Anche le continue precipitazioni della tarda estate hanno provocato inoltre la comparsa di peronospora sulle estremità della vegetazione e pure di muffa grigia (botrite) sui grappoli vendemmiati per ultimi.
• Dal punto di vista fitosanitario vi è stato un ottimo controllo di tutti i parassiti. La tignola è stata tenuta sotto sorveglianza e non ha richiesto alcun intervento.
• Una concimazione fogliare adeguata e razionale, introdotta a partire dall’ingrossamento degli acini, ha portato all’ispessimento della buccia, contribuendo perciò a migliorare la capacità di resistenza della pianta contro le malattie e il marciume.

Chianti Classico
Al contrario di Montepulciano, l’abbondante e costante pioggia primaverile è stata più regolare. Ciò ci ha permesso di pianificare meglio gli interventi fitosanitari.
• Anche le basse temperature primaverili, a parte un ritardo vegetativo, non hanno causato problemi durante l’allegagione.
• Dal punto di vista delle ampelopatie sono stati controllati in modo ottimale i parassiti più importanti (oidio, peronospora, botrite e tignola).
• Durante il periodo estivo ci sono stati alcuni temporali che hanno raffreddato il suolo. Questo fattore ha contribuito molto positivamente alla maturazione quantitativa e qualitativa dell’uva.
• Quest’anno non è stato necessario fare la vendemmia verde. I risultati della concimazione fogliare sono stati ottimi.
• La produzione di uva è risultata molto buona sia quantitativamente che qualitativamente e ha chiaramente superato le previsioni di inizio stagione.

Vino Nobile di Montepulciano
Un andamento climatico complicato, sia in primavera sia nella tarda estate, ha influito sulla lavorazione dei vigneti e sul risultato finale del 2013. In particolar modo la comparsa di una grandinata ha portato a una considerevole riduzione della parete fogliare e a una perdita produttiva di circa 25–30%. La grandinata si è verificata nella fase fenologica della formazione del grappolo. Questo fatto ha condotto a ferite ampie e profonde negli acini e nei giovani germogli.
• Anche la peronospora, quale conseguenza di precipitazioni continue e forti, si è manifestata con attacchi sulle foglie e in particolar modo sui grappoli. Malgrado l’accurata prevenzione contro la botrite nella fase finale del periodo vegetativo, le ferite si sono riaperte e hanno provocato il contagio da botrite. Di conseguenza la quantità e la qualità dell’uva hanno subito un influsso negativo.
• Dal punto di vista fitosanitario l’oidio è stato tenuto bene sotto controllo e per la tignola non si sono resi necessari trattamenti specifici.
• Si è dovuto sfogliare per facilitare l’arieggiamento nei punti dove la vegetazione era più fitta.
• In considerazione dell’annata molto difficile abbiamo proceduto ad una concentrazione del diradamento dei grappoli in alcuni punti allo scopo di eliminare i grappoli più grandi.

 

Fratelli Triacca 1897

ziu geni Eugenio Triacca, 1902-1981

1897: fondazione della nostra azienda di famiglia. Sono indispensabili impegno, costanza e tanto spirito d’abnegazione. Ma anche molti clienti fedeli lungo questo importante cammino.

Online-Shop

Acquista in modo semplice e diretto i nostri vini

Vai allo shop »